Infanzia

 

Finalità formative educative

  • Rendere gli alunni consapevoli che il rispetto di sé, il rispetto degli altri, del patrimonio ambientale e culturale sono valori individuali e sociali fondamentali.
  • Favorire la massima integrazione degli alunni in situazione di disagio personale o socio-culturale per recuperare gli svantaggi dovuti a tali situazioni.
  • Creare un clima di lavoro positivo in cui vengano valorizzati le potenzialità e gli interessi di tutti.
  • Migliorare la qualità e il livello delle prestazioni per il raggiungimento di adeguate competenze, conoscenze e abilità.
  • Promuovere la formazione dell’uomo e del cittadino per un orientamento consapevole.
  • Integrazione alunni diversamente abili, in situazione di disagio e alunni stranieri

Massima attenzione viene posta al concetto di INTEGRAZIONE per favorire il miglior inserimento scolastico degli alunni/e in situazione di svantaggio. Per gli alunni stranieri, la scuola, oltre ad accelerare l’acquisizione degli strumenti della comunicazione linguistica, favorisce l’integrazione con i coetanei italiani e tra famiglia e servizi sul territorio. Nello stesso tempo la scuola s’impegna a valorizzare e, per quanto possibile, far mantenere le radici culturali di ciascuno.

Progetto accoglienza

È rivolto a tutti gli alunni dell'Istituto Comprensivo e in particolare ai nuovi iscritti dei vari ordini di scuole per promuovere e assicurare un buon clima relazionale tra pari e con gli insegnanti.

Progetto continuità

Gruppi di lavoro sulle modalità di raccordo tra i vari ordini di scuola per la formazione delle classi realizzano: 

  • incontri tra docenti dei vari ordini di scuola (infanzia, primaria e secondaria di I° grado)
  • microprogetti di accoglienza e continuità 
  • incontri con i genitori degli alunni delle classi in entrata nei vari ordini di scuola per la presentazione del Piano Triennale dell'Offerta Formativa (PTOF)

Modello organizzativo

Le sezioni eterogenee per età e i gruppi di lavoro di età omogenea garantiscono la continuità dei rapporti affettivi e socio-relazionali tra i bambini/e e tra bambini/e e adulti di riferimento.

La scuola è luogo di vita e di apprendimento per bambini/e e docenti; per questo ci vogliono spazi e tempi adeguati e visibili. 

SPAZI 

  • Ampio salone polivalente
  • Biblioteca di plesso 
  • Aule per attività didattiche organizzate con angoli e centri di interesse 
  • Atelier grafico-pittorico
  • Sala attrezzata con materiale psicomotorio 
  • Stanza per il riposo pomeridiano 
  • Sala da pranzo 
  • Servizi igienici 
  • Giardino esterno attrezzato con giochi 

Rapporti scuola-famiglia

Durante l’anno scolastico sono previsti i seguenti incontri:

  • assemblea d'inizio anno 
  • assemblea genitori per elezioni rappresentanti 
  • colloqui individuali anni 3 - colloqui individuali anni 4 e 5 
  • riunioni di intersezione per i rappresentanti 
  • assemblee e incontri per i genitori dei nuovi iscritti  
  • assemblea/festa di fine anno 

Pubblicata il 05-03-2021